18 Giugno

Hostaria Bacanera

Iconografia cuevica

In una zona imprecisata del Lido di Venezia la CUEVA offre riparo a un gruppo eterogeneo di veneziani in fuga dalla devastazione della loro città.  Cueva Vision offre uno spaccato di ciò che accade in questo luogo attraverso una documentazione audio visiva che transita nel binario tra quella lettura analitica della realtà, come metodo di ricerca e l’uso procedimentale rivelandone le distorsioni inevitabili che accompagnano il processo di vedere ed interpretare l’immagine. Dalla documentazione audio visiva sono state estratte attimi cuevici fermando la realtà, creando delle iconografie, che si distinguono e inquadrano uno status veneziano che si sta affievolendo nel tempo.

Gideon, El Mostro, Ceceno, lo Zar sono alcuni dei personaggi che vi carpirando attraverso le loro storie nostalgiche della Storia e l’Attualità fuori dai bacari ma dentro ogni cuore di chi li segue dal web.

Biografia

Nasce nel 1967 a Venezia. Dopo la laurea in Scienze Politiche iniziando una l’attività di fotografo. Ripercorrendo la sua traiettoria artistica lo si vede protagonista, in Italia ed all’estero, di una densa  carriera come artista contemporaneo, costruitasi a base di sperimentazioni e sovrapposizioni con diverse discipline, tra cui la scultura, l’installazione multimediale e la performance. Quella di Andrea Morucchio è una personalità poliedrica ed eclettica che fa emergere il suo animo eversivo verso il mondo dell’arte e suoi protagonisti troppe volte interessati più al nome che alla sostanza dell’opera. Dopo molti anni di interazione tra vari mezzi espressivi, Morucchio decide di riappropriarsi del supporto fotografico che si mischia con il suo animo da videoreporter con il suo progetto Cueva Vision.

VISITA IL SITO DI ANDREA MORUCCHIO

SEGUI CUEVA VISION SU FACEBOOK

GUARDA TUTTE LE PUNTATE DI CUEVA VISION SU YOUTUBE

Chiudi il menu