Caricamento Eventi

« Tutti gli Eventi

  • Questo evento è passato.

Chi inferno non è!

Maggio 18 @ 5:00 pm - 10:00 pm

15,00€

Il gruppo coneglianese Via dei Rumori, in collaborazione con l’associazione Eatart e con Hamed Ahmadi, proprietario dei locali Orient Experience e Africa Experience, presenta una serata di arte performativa, musica, poesia, incontri e confronti, che avrà come denominatore comune il tema delle migrazioni.

La serata si terrà interamente nel locale Africa Experience!

— Ore 18.00: LE VITTIME DEL NOSTRO BENESSERE: il lato oscuro della tecnologia.
John Mpaliza ovvero Peace Walking Man, attivista impegnato nella sensibilizzazione di opinione pubblica e istituzioni, affronterà il tema dello sfruttamento delle risorse naturali in Africa e, in particolare, nel suo Paese d’origine, il Congo. Ci parlerà di diritti negati, di guerre e delle loro conseguenze a livello migratorio. Quali sono le responsabilità dell’Occidente? Quali sono le azioni che possiamo intraprendere tutti i giorni per sottrarci a questa logica?

— Ore 20.00: CENA
Restiamo all’Africa Experience per una cena speciale in cui il collettivo artistico coneglianese Foresto Est, con la collaborazione di altri artisti, eseguirà una performance musicale e teatrale.
(NB: per partecipare alla cena è fortemente consigliata la PRENOTAZIONE al numero 041 476 7865)

— MOSTRA
A partire dal 10 maggio, all’interno del locale troverà casa un’esposizione di epigrammi in memoria delle vittime nel Mediterraneo. Realizzate dalla IIIB del Liceo Classico Marconi di Conegliano, queste brevi composizioni raccontano di amori, sogni e speranze che giacciono ora in fondo al mare.

“C’è una strada che unisce l’antica Alessandria a Spoon River e poi svolta di qui, in questa Europa.
E passa sempre per il tuo cuore, Mediterraneo”

John Mpaliza
John Mpaliza è Peace Walking Man. Interessato ai temi della guerra e dello sfruttamento delle risorse minerarie della Repubblica Democratica del Congo, alla tecnologia etica, ma anche a tematiche relative alle migrazioni, all’integrazione e convivenza tra popoli, da una decina d’anni si è messo in marcia e gira di città in città incontrando cittadini e studenti a cui spiega i nessi locali e internazionali della guerra nel suo paese da cui è fuggito nel 1991 dopo essere stato arrestato dall’allora regime del presidente Mobutu. Fra le sue tante marce, ricordiamo la marcia da Reggio Emilia a Ginevra e la #MarciaReggioReggio, da Reggio Emilia a Reggio Calabria.

Foresto Est
Originaria di Santa Lucia di Piave (TV), è una comunità artistica che si è sempre mossa all’interno di vari ambiti culturali, dalla musica alla scrittura al teatro, impegnandosi sia in ambito locale che nazionale. L’intento dimostrato attraverso collaborazioni con università, scuole superiori, associazioni di intervento sociale-assistenziale e scrittura all’interno di riviste di critica è quello di sottolineare e la responsabilità di ogni atto creativo e culturale e di generare rapporti sani e virtuosi nella pratica quotidiana. L’attuale formazione comprende Le Trou Electronique e Alessandro D’Altoè.

IIIB del Liceo Classico Marconi di Conegliano
Sotto la guida della Prof.ssa Da Gai, la classe ha approfondito il tema delle migrazioni con incontri, letture e discussioni. A partire da novembre 2018 si è impegnata nell’elaborazione di una serie di epigrammi i quali, prendendo spunto dai modelli dell’Antologia Palatina e L’Antologia di Spoon River, trattano il tema delle vittime dei naufragi nel Mediterraneo.

Via dei Rumori
Nasce a Conegliano nel 2012 come gruppo informale interessato alla sensibilizzazione sociale e la sperimentazione artistica. Avendo maturato un’esperienza nell’allestimento di spettacoli e performance musicali/teatrali si concentra attualmente sulla creazione di eventi dedicati alla multiculturalità e alla migrazione.

Eatart
Associazione veneziana nata dall’idea di unire l’arte al buon cibo in un’esperienza che coinvolga i cinque sensi. Il gruppo composto da giovani ragazzi che provengono da varie formazioni universitarie, si concentra sullo sviluppo di eventi mirati alla riqualificazione degli spazi e alla creazione artistica.

Hamed Ahmadi
Arrivato come rifugiato politico nel 2006 alla Mostra del Cinema di Venezia per presentare il suo documentario, si integra perfettamente nella realtà imprenditoriale Veneziana aprendo il locale Orient Experience che dal 2012 è crocevia di cucina e storie di migrazioni dal Medio Oriente. Si espanderà poi anche all’Orient Experience II e all’Africa Experience .

Dettagli

Data:
Maggio 18
Ora:
5:00 pm - 10:00 pm
Costo:
15,00€

Luogo

Africa Experience
Calle Lunga S. Barnaba 2722
Venezia, 30123 Italia
+ Google Maps

Organizzatori

EATART
Africa Experience
Chiudi il menu