Quando leggo “aperitivo con l’artista” immagino di essere disteso su uno di quei divanetti dell’Antica Roma, mentre sorseggio del vino da una coppa d’oro ascoltando le imprese di qualche visitatore.

Aperitivo con l’artista, insieme alle degustazioni, è il format più caratteristico di EATART, costruito per realizzare un momento di CONVIVIUM tra i fruitori della mostra e l’artista stesso attraverso i nostri pappataci e del buon vino. Finalmente una mostra che non è più statica e muta, ma interattiva, gioviale e denaturalizzata dagli standard impostati e freddi che ormai riscontriamo nella maggior parte dell’esposizioni. Anche se, noi di Venezia, siamo proprio fortunati con La Biennale. Ma “bando alle ciance”, ecco qui di seguito i nostri 6 aperitivi:

 

6/06 Philippe Apataie – Osteria al Ponte Storto

Di seguito alla degustazione di olio verrà organizzato un aperitivo con la presentazione del “pappataci” preparato dallo chef Nicola Cecchi dove sarà possibile parlare con l’artista Philippe Apatie che esporrà all’interno del locale.

7/06 Paolo Tarelli e Massimo Spadari – Osteria Santa Giustina

Nel suggestivo campo di Santa Giustina per la prima volta approdano gli Zion Cuts che vi trascineranno con il loro sound Hip Hop Raggae Funk a conoscere i giovani artisti esposti all’interno dell’ osteria santa giustina guidati dalla curatela di Mauro Baio.

13/6 Erica Zelante – Ai Nevodi

L’aperitivo con l’artista ai Nevodi sarà una esperienza sensoriale e gastronomica a 360 gradi dove il pubblico potrà interagire con l’artista e assaggiare il pappataci preparato dallo chef. Durante l’evento verrà distribuito a un prezzo speciale un assaggio del piatto pappataci accompagnato da un bicchiere di vino.

18/06 Cueva Vision di Andrea Morucchio – Hosteria Bacanera

All’interno dell’evento verranno invitati i personaggi della web series Cueva Vision,  un progetto ideato e realizzato da Andrea Morucchio, e verranno installati dei display dove verranno mostrati in loop differenti puntate selezionate per l’occasione. Cueva Vision offre uno spaccato di ciò che accade in uno delle capannine, chiamata CUEVA, che offre riparo a un gruppo eterogeneo di veneziani in fuga dalla devastazione della loro città.

20/06 Marta Marinotti – Il Mercante

Insertus es ”, dal latIno : “ Innestato ”

In natura l’innesto non esiste, è prodotto diretto dell’uomo per migliorare, moltiplicare, creare legami, tra elementi preestitenti. Ispirata dall’aria liberty che si respira all’interno del locale “ Il Mercante ”e dalle lamapade Tiffany disposte sui tavolini Marta Marinotti ha voluto ideare una serie di still life che si adattino all’ambiente e si fondano con esso. Fiori, gambi, elementi artificiali e pistilli che decoreranno lo spazio in modo fluido e coerente con la struttura già esistente si andranno ad innestare nel piano superiore sotto forma di installazione bidimensionale.

Per il cocktail con l’artista sono stati invitati i componenti del gruppo V-E.R.V. che creerà una performance ad hoc per rafforzare questo legame tra il locale, l’evento e la installazione dovrà esserci affinchè, come in ogni innesto ben strutturato, il taglio tra essi dovrà essere pressochè invisibile.

21/06 Paolo Tarelli e Massimo Spadari – Osteria Santa Giustina

Nel suggestivo campo di Santa Giustina per la prima volta approdano gli Zion Cuts che vi trascineranno con il loro sound Hip Hop Raggae Funk a conoscere i giovani artisti esposti all’interno dell’ osteria santa giustina guidati dalla curatela di Mauro Baio.

Chiudi il menu